.
Annunci online

Ricciotti
Neo Zotico Inferiore


Diario


19 febbraio 2018

Non tutto è perduto

La Sardegna, non è terra adatta ai bovini;
non è terra di grandi praterie.
Ed anche gli ovini sono di recente stanzialità.
Quei campanacci di bronzo, minuscoli ed enormi,
quale vera giustificazione hanno?
La risposta è da ricercarsi nella nuragica e
pre-nuragica tradizione dei Mamuthones.

Questa ancestrale e remota primaverile
consuetudine, segna il risveglio della Natura e
della fertilità delle donne; sopravvissuto ciò ai tentativi
semitico-cristiani, di inglobare ed annullare ogni - a loro
detta - pagana sorgente del mito.

Mai in altri luoghi, come proprio avviene in Sardegna,
il rifiuto di cancellare la mistica del legame con le
sorgenti primordiali, è così evidente.

Mamuthones


Alf


Da: "Cenni di Antropomitologia per i fessacchiotti"
Alfredo Ricciotti - Akènos - 2018




permalink | inviato da Ricciotti il 19/2/2018 alle 20:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


13 febbraio 2018

Decisione: Inappellabile

Sono passati tanti anni, Maria Baratto; operaia
napoletana in cassa integrazione alla Fiat di
Pomigliano d'Arco.
Lavoravi alla catena di montaggio; montavi i
pezzi delle autovetture.
Ti uccidesti per la disperazione di non avere
più un reddito con cui mangiare. Avevi 47 anni.
Eri sola.

Ecco, Maria; io non riesco a toglierti dalla mente.

Voterò per te; mi domandavo chi potesse rappresentarmi.
Io voterò Maria Baratto, operaia napoletana
metalmeccanica, morta suicida.





Alf




permalink | inviato da Ricciotti il 13/2/2018 alle 19:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


11 febbraio 2018

Pre-alba

Mattina, a Tor Vergata; l'alba è ancora lontana.
Lungo i viali e, radi negli ampi prati, le fronde di
ogni albero e siepe d'arbusti, son cariche della
brina e della rugiada.
Quando la lieve brezza di Roma si leverà, inondando
l'ambiente di scricchiolii e fruscii, rami e ramoscelli
si piegheranno versando qualche lacrima.


"Ho fatto morire quell'essere; questa stupenda e
meravigliosa creatura. Ne ho interrotta la vita perchè
desideravo tornasse da me, giacchè sono stato
lasciato solo e disperato
".

Ecco, signor Dio: Così potrei capirti.


Alf




permalink | inviato da Ricciotti il 11/2/2018 alle 16:2 | Versione per la stampa


9 febbraio 2018

Città

Sfrecciano lungo le nere arterie d'asfalto,
gli accecanti occhi degli assassini.

Le nostre ombre disegnano e muovono sui grigi muri,
mentre tremiamo lacrime di terrore.

Uccidono con noncuranza, i metallici assassini;
senza volontà e ricercata perfidia, travolgono.

Mentre le nostre Madri piangono,
con il sordo ansimare della follia,
che inizia a divorarle.

E noi stesi lì, già gelidi ed immoti;
breve fu la nostra agonia.

Innumerevoli altri luminosi ed urlanti
occhi bianchi di assassini,
inutilmente ancora, sèguitano
a calpestare e straziare
i nostri ormai algidi e morbidi corpi.


Alf




permalink | inviato da Ricciotti il 9/2/2018 alle 19:25 | Versione per la stampa


5 febbraio 2018

Vi manca l'osso penineo


E' assente nel maschio umano.


Si tratta del così detto "Osso Penico" o Baculum;
osso interno al pene.
Molti mammiferi maschi lo hanno, e serve a favorire
il rapporto sessuale mantenendo il pene turgido,
rigido e svettante.


E' assente nel maschio umano.

Ecco spiegato il sorriso delle femmine dei gorilla
e dei pipistrelli, tra le altre.

Alf

Da "Il meraviglioso mondo della meravigliosa Natura".




permalink | inviato da Ricciotti il 5/2/2018 alle 19:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


2 febbraio 2018

Indole

I lati più aguzzi del mio carattere, si sono smussati.
Non noto che morbide curve, ormai.

I miei tòni si sono fatti meno aspri; dolci, quasi.
E' tutto in me molto rotondo.

Forse è soltanto la cinica indulgenza data dalla
vecchiaia che si installa, poco a poco, in me .

Taluni la chiamano saggezza.

Alf




permalink | inviato da Ricciotti il 2/2/2018 alle 14:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


30 gennaio 2018

Debbo

Mio fratello. Mia sorella.
Stanno morendo di fame e disperazione;
debbo accoglierli.

Andarli a prendere, debbo.

Mio fratello, mia sorella.
Sono in Eritrea.
Sono il Somalia.
Sono in India.
Sono nelle Filippine.
Sono in Mongolia.
Sono nella nazione Mapuche.
Ovunque, sono.
Sento il loro dolore.
Ascolto il loro richiamo.

Ho milioni di fratelli e di sorelle.
Sono una persona ricca, io.

Alf




permalink | inviato da Ricciotti il 30/1/2018 alle 19:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


30 gennaio 2018

Mirabile dictu ... ?

Voi fissate nel calendario e celebrate le "Giornate della Memoria".
Come se il nazifascismo fosse un episodio ormai consegnato
al '1900 e da relegare alla definizione retorica di "brutto incubo"
remoto.
E vi autoassolvete.
Come chiamate allora le guerre contemporanee?
Vi bastano i messaggi rincuoranti della propaganda;
"Operazione piombo fuso", "Operazione margine protettivo".
"Tempesta nel deserto".

Cose così.

Io, ho Memoria.
Voi, stupidità.

I nazifascismi - ed i nazifascisti - sono sempre qui.
E siete proprio voi.

Alf




permalink | inviato da Ricciotti il 30/1/2018 alle 18:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


29 gennaio 2018

29 Gennaio

29 Gennaio. Il Giorno.
Hai notato, mamma? Sono passati 5 anni molto istruttivi,
e tuo figlio ...
Beh; tuo figlio è qui.
Ciao, madre.

Alfredo



P.S.
Sull'etichetta c'è scritto:"Falanghina del Sannio" - vendemmia
del 2015.
Un paio di bicchierozzi alla tua memoria, Filomena.


PP.SS.
Anche Ettore e Pepetito ti salutano; ma non si fanno un
cicchetto in mia compagnia. Sono "salutisti", loro ...




permalink | inviato da Ricciotti il 29/1/2018 alle 19:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


23 gennaio 2018

Tabù in Ausonia

Gli Arabi e gli Ebrei, non mangiano i maiali.
Gli Indiani - quelli con il turbante, non quelli con le penne -
non mangiano le vacche.
Gli Inglesi, non mangiano i cavalli.

E noi Italiani? Ci pappiamo proprio tutto ?
Non abbiamo animali sacri, in Italia ?

Propongo la marmotta.
Noi Italiani non mangiamo le marmotte.
Il nostro italico tabù alimentare: La marmotta.





Alf




permalink | inviato da Ricciotti il 23/1/2018 alle 19:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     gennaio       
 
 




blog letto 113475 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE


CERCA